Tetradrakmaton

Il Menone di Platone

Bollettino telematico di filosofia politica
btfp

Alcuni esempi: figure e colori

Per chiarire a Menone il senso della sua confutazione, Socrate gli offre qualche esempio. Se ci venisse chiesto che cos'è una figura geometrica, non sarebbe sufficiente rispondere indicando il cerchio, perché una simile risposta implicherebbe che tutte le figure geometriche sono uguali al cerchio. Ma chi ragionasse in questo modo, confondendo il genere (figura) con la specie (cerchio), sarebbe costretto a concludere che non c'è differenza fra una linea curva e una retta, o fra un cerchio e un quadrato. (74b ss) «Che cos'è che rimane il medesimo nella curva, nella retta e in tutte le altre cose che chiami figure?» (75a)

Menone chiede a Socrate di rispondere al suo posto. Socrate lo accontenta, definendo la figura come «ciò che sempre si accompagna a colore.» (75c) Menone, dal canto suo, cerca di metterlo in difficoltà, adottando la sua stessa strategia: affermando, cioè, di non sapere che cos'il colore, proprio come Socrate aveva detto di non sapere che cos'è la virtù.

Socrate gli spiega che se avesse davanti a sé un erista, lo sfiderebbe a confutare la sua definizione, ma che, in questo caso, sta cercando di fare qualcosa di molto diverso.

Glossario

Eristica

Eris in greco significa "discordia", "conflitto". L'eristica è l'arte della discussione conflittuale, il cui fine non è la ricerca della verità, bensì la vittoria sull'avversario.

Creative Commons License

Il Menone di Platone by Maria Chiara Pievatolo is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.
Based on a work at http://btfp.sp.unipi.it/dida/menone