Tetradrakmaton

Il Fedro di Platone

Bollettino telematico di filosofia politica
btfp

I libri e la città (Fedro 230a-230e)

Abstract

While in the oral culture knowledge depended on communities living and talking together, books make it possible to study by oneself. Socrates denotes books with an ambiguous term, pharmakon, which means drug, whether healing or noxious.

Fedro e Socrate si siedono sotto un platano. Socrate si meraviglia per la bellezza del luogo, e Fedro gli dice che, evidentemente abituato a non mettere piede fuori da Atene, si sta comportando come un visitatore forestiero (230c).

Sii comprensivo con me, carissimo. Infatti a me piace imparare (philomathes eimi), ma i luoghi e gli alberi non sanno insegnarmi niente, mentre lo fanno gli uomini in città. Ma tu, mi pare, hai trovato il pharmakon (droga) per farmi uscire, perché come quelli che guidano gli animali affamati muovendo davanti a loro una fronda o qualche frutto, tu, agitandomi davanti discorsi in libri, mi condurrai evidentemente in giro per tutta l'Attica e in qualunque altro luogo tu voglia. (230d-e)

In una cultura a oralità primaria si poteva imparare soltanto vivendo una comunità che ricordava, ripetendolo, il suo patrimonio culturale collettivo. Anche Socrate usava lo stare insieme o synousia, quando interrogava i suoi interlocutori per farsi insegnare che cos'era giustizia, o virtù, o amicizia. Ma i libri - o meglio, i "discorsi in libri" rendono possibile studiare da soli, lontano dalle comunità culturali. Per Socrate il sapere può essere tale solo se sottoposto all'esame di una comunità che lo discute: per questo, pur riconoscendosi attratto dai libri, li designa con un termine ambiguo, pharmakon, che può indicare sia un veleno, sia una medicina.

Link rilevanti

Maria Chiara Pievatolo. Il caso Socrate.

Platone. Fedro 230a-230e.

Creative Commons License

Il Fedro di Platone by Maria Chiara Pievatolo is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.
Based on a work at http://btfp.sp.unipi.it/dida/fedro