Tetradrakmaton

Il Fedone di Platone

Bollettino telematico di filosofia politica
btfp

Il giorno dell'esecuzione (59d-60c)

Gli amici di Socrate - riferisce Fedone - erano soliti recarsi da lui, radunandosi, poco prima della sua apertura, vicino alla prigione dove era detenuto. Lo fecero anche il giorno dell'esecuzione, ma più presto: la sera prima avevano appreso che era tornata la nave da Delo e che la pena sarebbe stata eseguita (59d-e). Il carceriere li fece attendere più del solito, perché gli Undici stavano togliendo a Socrate le sue catene e dando gli ordini necessari per l'esecuzione (59e).

Una volta entrati, trovarono Socrate senza catene, seduto vicino alla moglie Santippe con in braccio il bambino più piccolo. Santippe cominciò a piangere e a lamentarsi, dicendo quanto «sono solite dire le donne»: 5 - Questa è l'ultima volta che i tuoi amici parleranno con te e tu con loro. - Socrate chiese a Critone di farla riaccompagnare a casa. Santippe viene condotta via in lacrime (60a).

L'allontanamento di Santippe non riflette solo la subordinazione sociale della donna ateniese. Indica anche la volontà letteraria di non trasformare il racconto della fine di Socrate in una tragedia - di sottrarlo, dunque alla manipolazione emotiva che la Repubblica attribuisce alla poesia.

Approfondimenti



[ 5 ] Come nel Simposio, le donne vengono fatte uscire non appena si comincia a parlare di questioni serie. Per il pianto rituale delle donne nella cultura greca si veda Stendalì (suonano ancora) di Cecilia Mangini, documentario dedicato alle prefiche del Salentino.

[ 6 ] Platone illustra qui in che modo una tesi filosofica possa essere la base di un mito artificiale.

Creative Commons License

Il Fedone di Platone by Maria Chiara Pievatolo is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.
Based on a work at http://btfp.sp.unipi.it/dida/fedone